Confesercenti per l'internazionalizzazione all' "Hong Kong - Guangdong Joint Investment & Partnership Mission to UK, Spain and Italy".

Si è tenuta a Milano presso l'hotel Westin Palace la tappa italiana della missione ufficiale "Hong Kong - Mainland Joint investment Mission to Europe" organizzata dall'Hong Kong trade development Council e il Department of Commerce of Guangdong.
Confesercenti per l'internazionalizzazione, insieme ad Ice-Ita Lombardia,  entrambi in qualità di "supporting organisations" e di relatori congressuali, hanno introdotto alle  numerosissime imprese italiane presenti in sala le opportunità che il Paese Cina offre in termini commerciali 
e sottolineato l'importanza di sviluppare partnership strategiche con le imprese cinesi.
Presenti all'evento numerose Autorità governative della Repubblica Popolare Cinese e gli amministratori di alcune tra le più importanti aziende cinesi. 

La conferenza si  è conclusa con la sottoscrizione di un accordo di cooperazione tra il Department of commerce of Guangdong,  l' Organizing Commitee of Guangdong 21 century maritime silk road international expo e Confesercenti per l'internazionalizzazione.
In foto il presidente di Confesercenti per l'internazionalizzazione Prof. Fabrizio Della Bina durante la firma dell'accordo.
Tra le Autorità presenti: Luo LianjinChen Caijun, Wu Kangxiu, Guo Rongbo, Huang Xinminj, Lin Shuhai, Xian Jiewei, Wang Wei, Lu Bo, Huang Wenli, Stephen Liang.



Confesercenti per l'internazionalizzazione presenta opportunità in Cina ai suoi associati. 

 Si è svolto presso la Confesercenti nazionale l'evento di presentazione della missione in Cina che si terrà dal 25 al 28 ottobre  a Dongguan - Guangdong (21°CENTURY MARITIME SILK ROAD INT. EXPO alla sua 5^ edizione).

 All'evento di presentazione, oltre alle numerose imprese partecipanti, hanno preso parte  in qualità di relatori il Segretario Economico e Commerciale dell'Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese, il Dott. Zhang Fan, il Presidente della Camera di Commercio Italo Orientale Dott. Antonio Barile,  i rappresentanti della società italo/cinese Punto zero international (incaricata dal Governo Cinese e dall'ente fiera cinese di gestire ed organizzare  il padiglione italia), la Dott.ssa Sabrina Pistolato ed il Dott. Francesco Matera, il Presidente di Tuvia Italia SpA (azienda del gruppo cinese Kerry logistics - spedizioni e logistica) Dott. Guido Nazzari, il Presidente di Confesercenti per l'internazionalizzazione Dott. Fabrizio Della Bina, ed il responsabile di Fiesa nazionale il Dott. Gaetano Pergamo. Tra le gradite autorità ospiti in platea la Professoressa Giovanna Valverde Stark,  Ministro Consigliere e Console Generale dell'Ambasciata del Costa Rica in Italia.

Gli interventi dei relatori   hanno evidenziato l'importanza e l'unicità dell'iniziativa, in grado di fornire un servizio "all inclusive" alle aziende  interessate  a sviluppare la commercializzazione dei loro prodotti sul mercato cinese.  

Questa iniziativa è stata infatti ideata e strutturata per offrire un servizio totale alle imprese associate a confesercenti per l'internazionalizzazione, non solo durante il periodo fieristico (che rappresenta ovviamente solo un opportunità di presentazione), ma anche e SOPRATUTTO per gli anni successivi alla fiera:

dallo stand in fiera (gratuito), al pernottamento hotel 4 stelle (gratuito), al  servizio navette trasporto passeggeri (gratuito), interprete inglese/italiano (gratuito), assistenza in fiera (gratuita), all'individuazione di una società  partner Italo/Cinese  in cina che si occuperà di gestire le complesse procedure di spedizione, dogane, certificazioni,  stoccaggio, logistica e commercializzazione post fiera attraverso una rete vendita capillare con comprovata esperienza (punto zero international), come sottolineato dal Presidente della Camera di Commercio Italo Orientale Dott.  Antonio Barile nel corso del suo autorevole intervento. Alla termine della presentazione generale i rappresentanti delle imprese interessate ad approfondire gli aspetti tecnico/logistici, sono state ricevuti in un altra sala, dove si sono potuto approfondire, grazie alle numerose domande poste agli organizzatori, ogni aspetto della missione. Riportiamo di seguito, sotto forma di FAQ, i principali  argomenti trattati.

Quali costi dovrà sostenere l'impresa?

Sarà a carico dell'impresa il biglietto aereo e il costo della spedizione merce.

Quanto materiale devo spedire in fiera?

Generalmente sono sufficienti, in caso di az. vinicola, circa 10/12 cartoni.

La merce che risulterà invenduta  la dovrò riportare in italia?

La merce invenduta verrà utilizzata in futuro per degustazioni ad eventi. Anzi sarebbe opportuno prevedere in origine, a prescindere dall'invenduto, destinare un paio di cartoni proprio a tale scopo.

 Quante persone posso portare con me gratuitamente? 

Ad ogni azienda viene assegnato gratuitamente, oltre allo stand,  pernottamento per 2 persone in albergo 4 stelle durante il periodo fieristico, inclusi trasferimenti aereoporto-albergo-fiera.

 A quanto venderò i miei prodotti e quanto guadagnerò? 

 A tal proposito dobbiamo dividere l'"opportunità Cina" in due fasi. Inizierei da quella più importante, ovvero quella post-fiera: dopo la fiera sarà cura della società Punto zero international sviluppare la penetrazione del prodotto nel mercato cinese, ed andrà ad operare come suo distributore. Ovviamente l'azienda produttrice cederà il prodotto ad un prezzo che stabilirà lei,  e che comprenderà anche il suo utile atteso (il cd prezzo franco fabbrica). Punto zero international in base alla sua esperienza svilupperà un listino in valuta cinese considerando una serie di variabili come concorrenza locale, costi stoccaggio, sdoganamento, registrazioni, logistica, ecc... Il distributore cinese a questi costi applicherà poi un valore  aggiuntivo che rappresenterà ovviamente il suo guadagno.  

Durante i 4 giorni della fiera, essendo l'azienda produttrice stessa che riscuoterà la vendita, dovrà poi al netto del prezzo franco fabbrica che si tratterrà, trasferire l'eccedenza alla società punto zero international. 

Le merci sono assicurate durante il trasporto ed in fiera?

 Sono coperte da assicurazioni dello spedizioniere e da Ente fiera cinese. 

Fino a quando mi posso iscrivere?

Le iscrizioni termineranno il 30 giugno.

Come faccio per iscrivermi all'evento?

Ovviamente per partecipare all'evento promosso da confesercenti per l'internazionalizzazione, le imprese devono essere associate a detto organismo, oppure associarsi prima dell'adesione. Premesso ciò, i moduli sono stati consegnati all'entrata, in alternativa possono essere richiesti alla segreteria al seguente indirizzo e.mail:

 segreteria@confesercentiperinternazionalizzazione.it



Confesercenti per l'internazionalizzazione presenta opportunità a Cuba ai suoi associati

Si è svolto presso la Confesercenti Nazionale un incontro che ha visto protagonisti importanti Autorità governative e diplomatiche cubane e una folta rappresentanza di imprese dei settori dell’agroalimentare, della farmaceutica, dell’industria e del turismo.
Durante l’Evento, organizzato da Confesercenti per l’internazionalizzazione e da Fiesa, sono state illustrate le opportunità per le imprese Italiane offerte dalla nuova zona industriale Cubana ZED Mariel.
L’Ambasciatore della Repubblica di Cuba Jose Carlos Rodríguez Ruiz ed il Direttore di Valutazione Oscar Perez Oliva Fraga hanno esposto ad oltre 50 imprenditori Italiani, le opportunità disponibili nella Repubblica di Cuba soprattutto nei  settori agroalimentare, industriale, costruzioni, servizi  e farmaceutica.
Presenti all’Evento il Presidente della Confesercenti di Roma e Vice Presidente della Camera di Commercio Valter Giammaria, il Presidente della struttura Confesercenti Roma per l’internazionalizzazione Prof. Fabrizio Della Bina e il Coordinatore del settore agroalimentare di Confesercenti Nazionale Gaetano Pergamo.
Molto soddisfatti gli imprenditori presenti che hanno apprezzato le opportunità illustrate dai Diplomatici cubani, approfondite in appositi colloqui one to one.
L’Ambasciatore della Repubblica di Cuba in Italia ha auspicato una proficua collaborazione con il mondo delle piccole e medie imprese italiane in generale e dell’agroalimentare in particolare sostenendo la necessità di dar vita ad una forte collaborazione economica e a processi formativi in grado di sostenere i nuovi livelli competitivi mondiali.